Quartiere di Porta Crucifera
  • Home
  • LA STRUTTURA
  • Il Territorio

Territorio

confiniIl territorio dipendente dal Quartiere di Porta Crucifera  ha origini molto antiche. In Città, attualmente domina il centro storico.

Per quanto riguarda le antiche cortine della città, il Quartiere controlla l’area  a nord e nord est delle mura cittadine, fino a Staggiano. Più in là l’antica Viscontaria di Verona, che comprendeva Valsavignone, Bulcianum Bulcianellum, Canaleccia, Fratelle e Civitella, in pratica una vasta area a nord di Pieve S. Stefano.

Nelle sue piazzette, nei suoi vicoli, nei suoi muri vive lo spirito di una gente che guarda al futuro ma non dimentica la sua storia. Nei confini del suo territorio si trovano le cose più belle e significative della città, a cominciare da Piazza Grande: una delle piazze più caratteristiche d’Italia. Un piccolo scrigno che raccoglie gli aspetti più significativi dell’arte architettonica: dal romanico al barocco, dal gotico al rinascimentale.

In Piazza Grande si ritrovano accanto alle caratteristiche case e torri medioevali, il loggiato del Vasari, il palazzetto della Fraternita dei Laici e S. Maria della Pieve, una splendida chiesa romanica caratterizzata dal suo campanile detto "delle cento buche".
Sempre nel territorio di Porta Crucifera (o Colcitrone, come è chiamato il quartiere più popolare di Arezzo) sono da ricordare la Basilica di S.Francesco dove ci sono gli affreschi di Piero della Francesca, la Cattedrale con le splendide vetrate di Guglielmo de Marcillat e la fortezza Medicea una splendida terrazza sui giardini del Prato e sulla città.

La Sede del Quartiere di Porta Crucifera si trova nel Palazzetto Alberti, in via S. Niccolò, all’angolo con Piaggia S.Lorenzo, un ripida strada che prosegue in via di Fontanella e che in passato era la strada principale della città, l’antico Borgo Maestro.
Porta Crucifera lega il suo nome ed il suo territorio a una delle più belle manifestazioni storiche che si svolgono in Italia la Giostra del Saracino.

Dallo statuto del Quartiere

"II suo territorio entro la cerchia delle mura si articola come segue.
Da Crucifera al Colle di S. Donato:
da dove si ergeva la Porta Crucifera, verso nord per San Lorenzo. La vecchia stradella delle Mura Vecchie  che seguiva la muraglia dal dentro e dietro le absidi di San Lorenzo e Sant’Agnese al bastione Belvedere della Fortezza, sorta sulle rovine della cittadella, sul colle di S. Donato.
Da S. Donato alla Postierla:
dal bastione della Diacciaia, verso nord-est allo sperone cinquecentesco del Prato che ha inglobato la Porta S. Biagio, alla Porta di Stufi sulle pendici del colle di S. Pietro lambendo il fianco a manca della Cattedrale, alla Postierla Pozzolo che guarda la severa chiesa di S. Domenico.
Dalla Postierla a S. Francesco:
dalla postierla, verso sud per piazza S. Domenico al palazzo Bonucci in via Sasso Verde, di traverso alla Ruga Mastra a San Sebastiano in piaggia del Murello, giù per via del Saracino o del Chiavello, angolo piazzetta de' Bacci, verso est da piazza della Fioraia all'antico palazzo Chiaromanni in contrada di Messer Guido Assalti, verso sud per la contrada dei Calderai a Porta Buia, angolo dell'Antica Farmacia del Cervo al Canto dell'ex Convento di San Francesco.
Da S. Francesco a Crucifera:
circuito il convento quattrocentesco, verso est via Beccheria con la stupenda tribuna della basilica di S. Francesco, che racchiude il capolavoro di Piero, Borgo di Bindo. piazzola San Michele e su per la trecentesca contrada da S. Michele a San Gemignano con le sue torri dugentesche, via Piana, canto della Fontanella, di traverso al Cardo Massimo, vicolo dell'Orto, verso nord su per via delle Mura a Crucifera.
Fuori dalla cerchia delle storiche mura si considerano parti integranti del territorio le seguenti vie: viale A. Sansovino, viale Matteotti, via B. da Ser Gorello e via Folli (la cinta muraria dell'Ospedale di S. Maria Sopra i Ponti), Borgo S. Croce, vicolo delle Terme, la Fonte Veneziana, via A. da San Gallo, viale Buozzi, via Gamurrini, via Tarlati fino alla Postierla Pozzolo. Il Quartiere si estende poi nei nuovi insediamenti del Villaggio Oriente, Cappuccini e del Fonte Rosa (fino al Fosso dei due fiumi), Staggiano.
Al Quartiere di Porta Crucifera è altresì associata l’antica Viscontaria della Verona."