Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Home
  • News
  • News
  • Quattro e Cinque ... tutti a Lucca e ... Trentasette!!!

Quattro e Cinque ... tutti a Lucca e ... Trentasette!!!

21 Giugno 2015

da Arezzonotizie:

Delirio Colcitrone, Vannozzi superstar: trionfo dopo 4 anni. Premiata la rivoluzione dei giovani

Le basi le hanno messe i giovani, stravolgendo il quartiere dalle fondamenta del consiglio, la zampata vincente l'ha data il vecchio leone Vannozzi, pietra angolare del nuovo corso di Colcitrone. Porta Crucifera torna al successo dopo 4 anni. Era il settembre 2011- sette Giostre fa – quando il veterano rossoverde conquistò la lancia d'oro in coppia con Farsetti. E' passata una vita.

Nel frattempo i giovani si sono presi il consiglio e hanno rivoluzionato il quartiere. E dopo tanta astinenza, il coraggio del cambiamento è stato premiato. Un trionfo splendido, sognato e colto all'ultimo tiro, unico 5 della serata, targato Alessandro Vannozzi. Piazza Grande è esplosa dei colori rossoverdi, le baby guide cruciferine – il neo rettore Alessandro Pommella e il neo capitano Niccolò Cherici Mascagni – sono stati soffocati dagli abbracci, così come i cavalieri: il match winner Vannozzi e l'ottimo Fardelli, deb senza paura e senza macchia, avendo marcato un onorevolissimo 4.

"Quando ho visto gli occhi dei due giostratori sotto le logge – ha detto il capitano Cherici Mascagni, nel delirio rossoverde di piazza – ho capito che poteva arrivare la vittoria". Il rettore Pommella ha aggiunto: "Dedico la vittoria ai quartieristi scomparsi. In questa giostra Vannozzi ha dimostrato chi è davvero. Dimostrando il loro valore".

La cronaca: Giostra di qualità inferiore rispetto alle ultime vissute. Apre Santo Spirito, non è serata: Scortecci parte male e chiude peggio, impatta sul 4 con violenza e perde la lancia, Giostra compromessa. Poi arrivano tre 4: Cherici, Vernaccini e Fardelli tengono i rispettivi quartieri sul filo dell'equilibrio. Nessun acuto, prevale la tattica con l'uscita di scena della Colombina. Cicerchia prova l'impossibile, carriera da saetta, ma non spezza la lancia e coglie l'1 della disperazione. Epilogo triste per i gialloblù. Vedovini dà l'8 complessivo a Sant'Andrea, Carboni fa lo stesso con Porta del Foro. Ci pensa Vannozzi a rompere la danza dei 4: è un 5, finale e bellissimo, Porta Crucifera urla di gioia: 37esima lancia d'oro, mai nessuno così in alto.

 

 




Lascia un commento

** I commenti saranno pubblicati previa moderazione dell'amministratore del sito
** l'indirizzo email di provenienza verrà controllato