Quartiere di Porta Crucifera
  • Home
  • News
  • News
  • Figuraccia rifiuti davanti ai turisti: il Corso così durante la mattinata

Figuraccia rifiuti davanti ai turisti: il Corso così durante la mattinata

Figuraccia rifiuti davanti ai turisti: il Corso così durante la mattinata
  La Nazione Arezzo

Anche il Quartiere di Porta Crucifera è vicino a questa situazione di degrado. Proprio in quella zona c'è la bacheca del Quartiere con il notiziario per per i Soci e Quartieristi. Quella che ha più visibilità.
A volte però a causa dei rifiuti è impossibile sia aprirla che utilizzarla.

Abbiamo un centro storico bellissimo!! ... cerchiamo di tenerlo pulito!

Ecco l'articolo apparso su "La Nazione del 5 agosto 2017"

 

Arezzo, 5 agosto 2017 - Due passi nel Corso tra i rifiuti. E’ quello che accade di buon mattino. Il nostro fotografo ha scattato le immagini intorno alle 10,30 di ieri. Lo ha fatto dopo l’ennesima segnalazione ricevuta dalla nostra redazione da parte di residenti e commercianti esasperati. Nel mirino la spazzatura, ma anche lo sversamento di liquidi e oli nel Corso per colpa di qualche incivile che non si è preoccupato di sporcare il mattonato gettando gli scarti della propria attività. Ma nella parte alta della città ci sono anche sacchi e scatoloni lasciati fuori da portoni e vetrine del salotto buono del centro, che per ore restano sotto al sole cocente di questa caldissima estate. Nel Corso turisti e cittadini possono così fare uno slalom tra vetrine e sacchi neri. Pian piano a metà mattinata sopraggiungono anche gli addetti di Sei Toscana, ma per ore la spazzatura resta in bella vista, anche in orario di negozi e bar aperti.

Nello specifico, ieri mattina una residente esasperata ci ha segnalato oltre all’accumulo di sacchi neri e scatoloni, anche uno sversamento di liquidi e olio nel mattonato del Corso all’angolo con via Mazzini. Sul momento è stato tamponato con della segatura, ma i rifiuti sono rimasti lì per ore prima che Sei Toscana finisse il suo giro nel centro storico. E mentre proprio al Corso e alle strade limitrofe da anni i residenti chiedono di dare la priorità, prosegue la raccolta durante la mattinata. E va avanti spesso quasi fino all’ora di pranzo. Sacchetti e scatoloni, cassette e spazzatura di ogni genere fanno bella mostra di sé ogni mattina. E se la situazione è la stessa tutto l’anno, con l’estate si aggrava. Con il caldo e le temperature subito alte fin dalla mattina, e i picchi di questi giorni infatti, si fa più acre passandoci accanto l’odore dei rifiuti. La richiesta dei residenti è sia alla civiltà di chi lascia la propria spazzatura fuori dalle soglie, «le buste vanno chiuse per bene e ci si deve assicurare che non si perdano liquidi e sporco nella strada», ma anche agli operatori di Sei Toscana: «Dovrebbero iniziare la mattina prestissimo a rimuovere la spazzatura almeno dal Corso».

Con la bella stagione infatti il centro storico è affollato di turisti, che purtroppo visitando la parte alta della città nelle prime ore della giornata, si imbattono in rifiuti e immondizia accatastata in attesa del ritiro porta a porta. Negozi e attività, cittadini e residenti del centro, sono obbligati proprio dal porta a porta a lasciare i sacchi fuori dai portoni, ma spesso basterebbe un pò di accortezza in più anche da parte loro nel disporre la spazzatura. Ritiri più tempestivi poi, potrebbero evitare che accanto ai tavolini dei bar ci sia chi fa collazione con vista rifiuti.




Devi effettuare il login per inviare commenti ed essere registrato su