Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Araldo rossoverde


Martedì, 18 Febbraio 2020 09:44

La Nazione di oggi pubblica un articolo relativo alla trattativa tra il nostro Quartiere e i Giallo Cremisi per la definizione dei confini. 

Mercoledì, 22 Gennaio 2020 13:21

Nella rassegna stampa di martedi 21 gennaio raccogliamo l'articolo apparso su "La Nazione" in merito al ritorno di Alessandro Vannozzi nel settore tecnico del nostro Quartiere

Venerdì, 17 Gennaio 2020 13:22

Per il Corriere di Arezzo l'accordo tra i Quartieri per la definizione dei confini è vicino mentre resta il nodo di Piazza San Francesco tra il nostro Quartiere e Porta del Foro.

Sabato, 11 Gennaio 2020 13:26

La rassegna stampa di oggi con gli articoli da "La Nazione" e dal "Corriere di Arezzo" sulla Cerimonia dei Ceri e sul confronto tra i Quartieri per i confini.

Nel mese di dicembre, come da tradizione, i Quartieristi sono stati al Centro Trasfusionale.

Un gesto come da tradizione, nei giorni prima di Natale. I donatori di Porta Crucifera anche quest’anno hanno fatto visita al Centro Trasfusionale di Arezzo per donare il sangue in segno di “auguri” e di solidarietà natalizia. Un esempio per tutti gli aretini perché di sangue c’è sempre bisogno.

Il nostro quartiere rinnova un impegno oramai radicato, che non manifesta solo a Natale ma anche durante altre iniziative dell’anno – spiega il rettore Andrea FazzuoliPerché i Quartieri non sono solo Giostra, ma parte integrante della comunità aretina ed è bello che lancino questi messaggi.  Grazie a tutti, in particolare ad Avis che coordina i donatori di tutti i Quartieri”.

Ringrazio personalmente Porta Crucifera per la lodevole iniziativa e colgo l'occasione per illustrare alcuni aspetti della nostra attività - dichiara il direttore facente funzione del Centro trasfusionale di Arezzo Roberto Zadi - I Centri sono presenti in tutta la nostra provincia; comprendono la UOS di Medicina Trasfusionale del Valdarno e le Sezioni trasfusionali del Casentino, della Valtiberina e della Valdichiana che, congiuntamente alla UOC di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale di Arezzo, hanno portato i nostri servizi trasfusionali ad essere la realtà più importante nell'ambito della Sud Est e uno dei fondamentali protagonisti del sistema trasfusionale della Toscana”.

Nel 2018 la provincia aretina ha prodotto 20.414 unità di globuli rossi, 25.033 unità di plasma e 1330 unità di piastrine. I dati per l'anno che si sta concludendo sono allineati a quelli del 2018.

Questo ci ha permesso di essere perfettamente autosufficienti e di concorrere a sostenere i bisogni della nostra regione, principalmente i poli universitari di Pisa, Firenze e Siena – continua ZadiMa, nonostante il raggiungimento di questi importanti traguardi, c’è sempre bisogno di nuovi donatori, sia per il ricambio generazionale sia per i maggiori fabbisogni che i progressi terapeutici ottenuti determinano”.

Chiunque, in età compresa tra 18 e 60 anni, può iniziare l’attività di donazione prenotando la prima visita sia attraverso le associazioni di volontariato sia direttamente ai Centri Trasfusionali. Per tutto il periodo di attività (fino al compimento dei 70 anni) lo stato di salute dei donatori viene costantemente tenuto sotto controllo attraverso esami periodici.

L’attività dei Centri Trasfusionali non si limita alla sola donazione e raccolta ma comprende anche la Medicina Trasfusionale. Ogni Centro ha delle attività ambulatoriali rivolte alla terapia di pazienti con patologie croniche che necessitano di trasfusioni; si trattano casi di anemia di vario tipo; di poliglobulie e patologie da accumulo di ferro, oltre alla collaborazione con i reparti degli ospedali per il trattamento di pazienti affetti da varie altre patologie.

“Concludo rinnovando il ringraziamento al Quartiere di Porta Crucifera ed estendendolo a tutti i nostri donatori e alle associazioni di volontariato che li coordinano. Senza il loro apporto, ogni nostro sforzo sarebbe vano” dice Zadi.

Venerdì, 15 Novembre 2019 12:47

E' Alessandro Barbagli il nuovo allenatore dei nostri Giostratori e la stampa ne da oggi ampio risalto in cronaca. Ecco gli articoli de "La Nazione" e del "Corriere di Arezzo"

 

Venerdì, 08 Novembre 2019 10:01

La rassegna stampa del 7 novembre incentrata sulla risoluzione del contratto tra il nostro Quartiere e Carlo Farsetti

Si riunisce l'organo presieduto dal sindaco: all'ordine del giorno anche gli aspetti organizzativi. Tra le questioni aperte il Buratto, i gommini, le prove troppo lunghe.

Arezzo, 23 ottobre 2019 - Cambiare il regolamento tecnico per cancellare le incongruenze del Saracino è un po’ come la lotta all'evasione fiscale, se ne discute da anni ma alla fine tutto rimane, più o meno, com'è. Domani a mezzogiorno si riunisce per la terza volta dall'introduzione della nuova governance la Consulta dei quartieri composta dai rettori e guidata dal sindaco Alessandro Ghinelli.

Troppo poco per un organismo che, in base al nuovo regolamento, ha competenze su vari aspetti, a partire da quello regolamentare. Tra le due sfide al Buratto, per esempio, i rettori e il sindaco non si sono mai visti anche se di temi da affrontare, a partire dalla questione dei disturbi, ce ne sarebbero stati diversi.

Il rischio che l’azzeramento della vecchia Istituzione Giostra togliesse ai rappresentanti dei quartieri qualsiasi voce in capitolo sulla manifestazione sta, purtroppo, diventando realtà. Ma adesso c’è l’occasione, a bocce ferme, per recuperare tutto il tempo perduto.

Tra i vari punti all'ordine del giorno di domani c’è anche l’avvio di un percorso per rivedere alcuni aspetti organizzativi e regolamentari. Ce ne sono a bizzeffe: il Buratto che da diciassette anni si ferma a intermittenza, i gommini d’annata che in alcuni casi rendono illeggibile il punteggio, l’opportunità di stabilire un tempo limite tra una carriera e l’altra per tagliare i tempi morti.

Senza dimenticare il fatto che, in caso di carriera disturbata, il capitano del quartiere deve decidere se ripeterla o no, sulla base dell’offerta del maestro di campo, senza conoscere in anticipo il punteggio. Con un 'timbro' particolarmente incerto (per esempio a cavallo tra 5 e 2) si rischia di premiare chi ha ostacolato la carriera e penalizzare due volte chi ha subìto il disturbo.

E poi c’è la settimana di prove: la scelta di allungarle a 45 minuti per quartiere (poi ridotti a 40) non va certo nell'interesse degli appassionati ma in quello organizzativo delle squadre tecniche che non devono scendere in lizza due volte per titolari e riserve, come succedeva fino a un paio di anni fa. Resta il fatto che anche i quartieristi più appassionati di fronte alla serie infinita di carriere, spesso a vuoto, si annoiano a morte.

Con campi d'allenamento all'avanguardia, allenatori e giostratori semiprofessionisti i cinque giorni delle prove dovrebbero essere solo una rifinitura del lavoro fatto durante l’anno. Per questo l’idea lanciata da Teletruria di introdurre una Giostra simulata ogni giorno alla fine delle carriere di prova potrebbe rendere tutto più divertente. E anche tecnicamente più indicativo.

Giovedì, 05 Settembre 2019 16:44

Avanti senza cambiare e le strategie del Quartiere nei due quotidiani cittadini ... 

Mercoledì, 28 Agosto 2019 15:48

Intervista al nostro Maestro d'Arme Alberto Branchi su "arezzonotizie.it"

Lunedì, 26 Agosto 2019 09:43

Ecco la rassegna stampa di oggi lunedi 26 agosto con le principali notizie: l'estrazione delle carriere dai giornali della città e dal comunicato dell'Ente Giostra

Si è svolta questa mattina, domenica 25 agosto, alle ore 11, davanti al palazzo Comunale di Arezzo la Cerimonia di Estrazione delle Carriere valida per la 139esima edizione della Giostra del Saracino che si correrà domenica 1 settembre in Piazza Grande alle 17.00.
I paggetti dei quattro quartieri nell’ordine in cui si è corsa l’ultima edizione della Giostra hanno estratto il seguente ordine di carriere: Porta Crucifera, Porta Sant’Andrea, Porta del Foro, Porta Santo Spirito.
Da domani, lunedì 26 agosto e fino a giovedì 29 le prove dei giostratori di riserva e titolari a partire dalle 16:30 fino alle 19.30. Venerdì 30 agosto alle 17 ultime prove dei giostratori titolari prima della “Prova Generale” che si terrà alle 21.30 e che sarà corsa dai giostratori di riserva. Sabato 31 agosto dalle ore 11.30 in Piazza San Francesco si svolgerà invece la Bollatura dei Cavalli e l’investitura dei Giostratori.

Venerdì, 23 Agosto 2019 18:21

Sul Corriere di Arezzo di oggi intervista al nostro Capitano Andrea Bidini

Pagina 1 di 3