Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Il polvarone ha fatto ancora centro

12 Giugno 2013

Grande spettacolo in Colcitrone con la Compagnia del Polvarone che ha portato in scena il suo cavallo di battaglia "Le finestre sul cortile". Dopo i timori che si sono rincorsi per tutto il giorno per le precarie condizioni del tempo, alle 21,30 il colpo d'occhio era perfetto.

La bella scenografia con il cortile, i panni stesi , la panchina e la fontanella erano perfettamente inseriti tra le vecchie pietre dello Slargo di Colcitrone. Tantissima gente sulle panche, l'atmosfera era perfetta e quando Roberta Sodi ha iniziato il prologo sembrava davvero il 4 giugno del 1958.

La storia si è dipanata con la sua ironia, i suoi intrighi, i personaggi ormai conosciuti da tanta gente, che faceva fatica a trattenere gli applausi, non voleva perdersi una battuta di una commedia davvero gradevole, ben fatta e curata nei dettagli. Sul palco gli attori hanno dato il meglio di sé: il Pacenzia sempre alle prese con la sua Marietta, il Riccelo perseguitato dalla Luigina, Il Carabina che non trova mai niente con la sua Caterina, e poi Ollivudde con l'Emilia spassosissimi amanti di cinema.
Il sor Danilo inseguito per soldi e per amore dalla Georgette e dall'Adalgisa. E poi Giovacchino il pellaio, Oreste alla perenne ricerca del suo ...Michelangelo, ma che trova sulla sua strada la novità Fioretta. E poi il Tony con il suo pallone per finire con le simpatiche stornellate di Bistino e Rosina. Alla fine tantissimi appalusi, con gli attori richiamati sul palco a gran voce.

Unanimi i commenti del pubblico "Non abbiamo mai riso tanto" , "il tempo ci è volato", "come è bello risentire il dialetto dei nostri nonni", "mi sono emozionato ripensando a quei tempi ...". Commenti che valgono più di mille applausi e che nelle diverse letture della commedia hanno reso la serata in Colcitrone davvero speciale per tutti gli attori della Compagnia del Polvarone. 

 




Lascia un commento

** I commenti saranno pubblicati previa moderazione dell'amministratore del sito
** l'indirizzo email di provenienza verrà controllato



Articoli correlati