Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Araldo rossoverde


Venerdì, 17 Gennaio 2020 13:22

Per il Corriere di Arezzo l'accordo tra i Quartieri per la definizione dei confini è vicino mentre resta il nodo di Piazza San Francesco tra il nostro Quartiere e Porta del Foro.

Sabato, 11 Gennaio 2020 13:26

La rassegna stampa di oggi con gli articoli da "La Nazione" e dal "Corriere di Arezzo" sulla Cerimonia dei Ceri e sul confronto tra i Quartieri per i confini.

Mercoledì, 08 Gennaio 2020 17:54

Sabato 11 gennaio alle ore 18.00 si svolgerà la tradizionale cerimonia di Offerta dei Ceri al Beato Gregorio X, cerimonia che vede la partecipazione delle rappresentative dei quattro quartieri e dei gruppi della Giostra del Saracino e che apre ufficialmente l’anno giostresco 2020.

La cerimonia, giunta alla ventitreesima edizione, prenderà il via alle 18.00 con il ritrovo dei figuranti in piazza San Jacopo dove si svolgeranno le esibizioni dei Musici della Giostra e degli Sbandieratori di Arezzo. Dopo le esibizioni, alle 18.30, il corteo composto da duecento figuranti sfilerà per le vie del centro storico di Arezzo risalendo lungo Corso Italia, Canto de’ Bacci, via Cavour e via Cesalpino per raggiungere la Cattedrale dove alle 19.00 si svolgerà la cerimonia vera e propria di Offerta dei Ceri al Beato Gregorio X durante la quale i quartieri doneranno i ceri decorati, come di consueto, dall’artista senese Rita Rossella Ciani. Come ogni anno ogni quartiere donerà una somma di denaro da devolvere al Caritas Baby Hospital, l’ospedale pediatrico di Betlemme gestito da suore cattoliche al quale annualmente, su iniziativa di don Alvaro Bardelli, va il ricavato della cerimonia.

Gregorio X, nato nel 1210 a Piacenza, quando venne eletto papa, nel 1271 alla fine di un interminabile concilio durato tre anni, si trovava in Terrasanta dove incontrò Marco Polo e i suoi fratelli dopo la loro avventura in estremo oriente. Era di ritorno, in compagnia del vescovo di Arezzo Guglielmo degli Ubertini, dal concilio di Lione quando si ammalò e fu costretto a fermarsi ad Arezzo con altri cardinali. Qui morì il 10 gennaio 1276 lasciando un cospicuo lascito per costruire una nuova cattedrale. Gregorio X è stato beatificato e dichiarato co-patrono della città assieme a San Donato. Fin dal 1327 la città decise che ogni anno si dovesse solennizzare l’anniversario della sua morte con
un’imponente cerimonia in Duomo caratterizzata da un’offerta di 100 libbre di cera.

Il programma della cerimonia:
Ore 18,00: ritrovo delle rappresentative dei Quartieri, del Gruppo Musici, degli Sbandieratori, dei Fanti del Comune e dei Valletti in Piazza S. Jacopo; esibizione del gruppo Musici della Giostra; esibizione del gruppo Sbandieratori Città di Arezzo;
Ore 18,30: inizio del corteo dei figuranti per raggiungere Piazza del Comune attraverso Corso Italia, Canto De’ Bacci, Via Cavour, Via Cesalpino;
Ore 18,45: uscita del Sindaco della Città di Arezzo dal Palazzo Comunale seguito dalla rappresentanza civile della Giostra e dai Quartieri;
Ore 19,00: ingresso dei figuranti in Duomo ed Offerta dei Ceri;
Ore 19,30: rientro in Palazzo Comunale del Sindaco e della rappresentativa comunale, mentre i figuranti dei quattro Quartieri rientreranno alle rispettive sedi.

Giovedì, 02 Gennaio 2020 15:02

Nell’augurare a tutto il popolo Rossoverde uno splendido 2020 vi ricordiamo che questa domenica arriverà la Befana in Colcitrone ...
Vi aspettiamo per la tradizionale Tombola della Befana

Informiamo tutti soci che questa sera il Circolo Rossoverde sarà aperto e che domani 24 dicembre sarà offerto ai soci un aperitivo/buffet per augurarci un Buon Natale.
Il 25 e il 26 il Circolo resterà chiuso.

Sabato, 21 Dicembre 2019 11:20

A tutti i nostri lettori vada un caloroso augurio di buone feste. Nell'occasione il nostro Angiolino Cirinei ci ha regalato, grazie anche alla cortesia dell'Architetto Luciano Vaccaro e di Stefano del Santo, un simpatico prezioso racconto sulla storia dei personaggi storici del nostro amato Quartiere.

Leggi il racconto ... Personaggi di Colcitrone ... e dintorni

Si avvicina il Natale ed è l’ora della tombola Rossoverde!
Anche quest’anno Porta Crucifera ha confermato l’adesione alla campagna di adozioni a distanza “il Cuore si scioglie”, promossa dalla sezione soci Coop di Arezzo.
Per finanziare i progetti di adozione a distanza e interventi di cooperazione in Italia e all'estero, l’intero incasso di una delle tombole sarà devoluto alla fondazione “il Cuore si scioglie”
Vi aspettiamo numerosi domenica sera ore 21 presso il Circolo

Nel mese di dicembre, come da tradizione, i Quartieristi sono stati al Centro Trasfusionale.

Un gesto come da tradizione, nei giorni prima di Natale. I donatori di Porta Crucifera anche quest’anno hanno fatto visita al Centro Trasfusionale di Arezzo per donare il sangue in segno di “auguri” e di solidarietà natalizia. Un esempio per tutti gli aretini perché di sangue c’è sempre bisogno.

Il nostro quartiere rinnova un impegno oramai radicato, che non manifesta solo a Natale ma anche durante altre iniziative dell’anno – spiega il rettore Andrea FazzuoliPerché i Quartieri non sono solo Giostra, ma parte integrante della comunità aretina ed è bello che lancino questi messaggi.  Grazie a tutti, in particolare ad Avis che coordina i donatori di tutti i Quartieri”.

Ringrazio personalmente Porta Crucifera per la lodevole iniziativa e colgo l'occasione per illustrare alcuni aspetti della nostra attività - dichiara il direttore facente funzione del Centro trasfusionale di Arezzo Roberto Zadi - I Centri sono presenti in tutta la nostra provincia; comprendono la UOS di Medicina Trasfusionale del Valdarno e le Sezioni trasfusionali del Casentino, della Valtiberina e della Valdichiana che, congiuntamente alla UOC di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale di Arezzo, hanno portato i nostri servizi trasfusionali ad essere la realtà più importante nell'ambito della Sud Est e uno dei fondamentali protagonisti del sistema trasfusionale della Toscana”.

Nel 2018 la provincia aretina ha prodotto 20.414 unità di globuli rossi, 25.033 unità di plasma e 1330 unità di piastrine. I dati per l'anno che si sta concludendo sono allineati a quelli del 2018.

Questo ci ha permesso di essere perfettamente autosufficienti e di concorrere a sostenere i bisogni della nostra regione, principalmente i poli universitari di Pisa, Firenze e Siena – continua ZadiMa, nonostante il raggiungimento di questi importanti traguardi, c’è sempre bisogno di nuovi donatori, sia per il ricambio generazionale sia per i maggiori fabbisogni che i progressi terapeutici ottenuti determinano”.

Chiunque, in età compresa tra 18 e 60 anni, può iniziare l’attività di donazione prenotando la prima visita sia attraverso le associazioni di volontariato sia direttamente ai Centri Trasfusionali. Per tutto il periodo di attività (fino al compimento dei 70 anni) lo stato di salute dei donatori viene costantemente tenuto sotto controllo attraverso esami periodici.

L’attività dei Centri Trasfusionali non si limita alla sola donazione e raccolta ma comprende anche la Medicina Trasfusionale. Ogni Centro ha delle attività ambulatoriali rivolte alla terapia di pazienti con patologie croniche che necessitano di trasfusioni; si trattano casi di anemia di vario tipo; di poliglobulie e patologie da accumulo di ferro, oltre alla collaborazione con i reparti degli ospedali per il trattamento di pazienti affetti da varie altre patologie.

“Concludo rinnovando il ringraziamento al Quartiere di Porta Crucifera ed estendendolo a tutti i nostri donatori e alle associazioni di volontariato che li coordinano. Senza il loro apporto, ogni nostro sforzo sarebbe vano” dice Zadi.

Martedì, 17 Dicembre 2019 21:46

Si avvicina il Natale
È l’ora della tombola Rossoverde
Vi aspettiamo domenica sera con ricchi premi

Martedì, 10 Dicembre 2019 13:17

A meno di 5 giorni dalla Cena degli Auguri 2019 ricordiamo a tutti i soci che le prenotazioni sono ancora aperte fino ad esaurimento posti.
Inoltre vi informiamo che sarà previsto il servizio navetta gratuito con partenza dal parcheggio di Villa Severi dalle ore 18,45 alle ore 20,15 e al termine della cena fino al termine della festa.

Martedì, 10 Dicembre 2019 12:40

Domenica 8 dicembre si è svolta la prima edizione del Gran Galà Correr Giostra organizzato dall’omonima associazione che negli scorsi mesi ha dato vita anche ad un sito di informazione dedicato completamente alla Giostra del Saracino. È stata una serata ricca di emozioni sia per i vincitori dei premi che per le circa 300 persone che hanno affollato la sala del Circolo Artistico, curiosi di conoscere i migliori dell’anno 2019.

Il primo vincitore svelato è stato il miglior giostratore di riserva che se lo è aggiudicato Francesco “Tallurino” Rossi. Il cavaliere di Porta del Foro è stato premiato dalla presidente del Consiglio di Giostra Martina Municchi, dietro di lui Elia Taverni di Santo Spirito e Matteo Bruni di Sant’Andrea. Ecco la motivazione della giuria: “Chiusa l'esperienza con Sant’'ndrea, Francesco Rossi, detto Tallurino, ha sfruttato al meglio l'opportunità che Porta del Foro gli ha offerto per rimanere nel giro dei giostratori che contano. Entrando subito in sintonia con un gruppo già affiatato che gli ha dato immediatamente fiducia, ha portato avanti, nel migliore dei modi, la preparazione del cavallo, andando a formare un binomio molto affidabile. Fin dalle prime prove è apparso molto concentrato e determinato, sempre corretto nello svolgimento delle carriere e preciso sul cartellone.  Nella Prova Generale di giugno ha messo in evidenza tutte le sue capacità tecniche, andando  a raddrizzare, immediatamente e con naturalezza, la traiettoria di partenza, leggermente larga,  per poi chiudere verso il Buratto, con un colpo perfetto nel centro. A settembre il binomio Rossi/Rocky si è confermato e, in Prova Generale, ha disputato una carriera senza sbavature, che ha permesso a Tallurino di realizzare un tiro perfetto, sulla linea del centro, sfumato solo per pochi millimetri”.

Il secondo premio assegnato è stato quello del Passione Giostra, un premio particolarmente voluto dall'associazione. La giuria, diversa da quella tecnica, ha scelto come primo vincitore l’iniziativa “A sQuola di Giostra”, ideata dal gruppo giovani del quartiere di Porta Crucifera. È stata la giornalista Claudia Failli a consegnare la targa alla presidente del comitato giovanile dell’epoca Giulia Galli e all'attuale capitano rosso-verde Andrea Bidini e a leggere la seguente motivazione: “Costanza, attinenza, coinvolgimento, contributo ed impegno. Sono questi i parametri che la giuria ha preso in considerazione per assegnare il Premio Passione Giostra agli ideatori e promotori di un progetto innovativo, ma allo stesso tempo volto a tramandare la cultura e i valori giostreschi alle nuove generazioni. Nato nel 2015 da un’idea del Gruppo Giovanile di Porta Crucifera consegniamo il premio Passione Giostra 2019 a: sQuola di Giostra. Voglia essere questo riconoscimento uno stimolo e inventivo per le future generazioni appartenenti ai quattro quartieri della Giostra del Saracino”.

Martedì, 10 Dicembre 2019 12:09

Si è svolta domenica scorsa 8 dicembre, in occasione delle celebrazioni per il nostro Patrono San Martino, il battesimo del Quartierista officiato dal Vice Rettore Luca Fragalà.

Sulla galleria fotografica le foto dell'evento ... Vai alla galleria

Pagina 1 di 39